Lead generation: genera il contatto giusto per la tua attività

Lead generation: genera il contatto giusto per la tua attività

La Lead generation è un’azione di marketing che consente di generare una lista di contatti potenzialmente interessati ai prodotti o servizi offerti dalla tua azienda.

Se ancora non l’hai scoperta, la Lead Generation, è uno strumento potentissimo per moltiplicare i contatti sul Web. Oggi ci concentreremo sulla Lead Generation legata a Facebook, il social in assoluto più usato in Italia, con ben 30 milioni utenti attivi ogni giorno (dati Facebook Ads).

Lead Generation vuol dire letteralmente generazione di contatti, e nello specifico, contatti qualificati. Infatti, maggiore è la definizione del target e migliore sarà la qualità del tuo Lead.

Come si definisce la qualità di un Lead

La qualità di un Lead si definisce andando a delimitare una sorta di buyer persona a cui dirigere la propria azione di marketing, ovvero una persona che racchiude alcune caratteristiche tali da renderla il cliente tipo cui puntare per le inserzioni. Interessi, età e provenienza geografica sono tra i dati più importanti da considerare.

La generazione di contatti su Facebook si può progettare in due modi:

  1. Restando su Facebook
  2. Usando Facebook come calamita per atterrare su una Landing page esterna

Nel primo caso, che andremo ad esaminare con più attenzione, si può costruire una Lead Generation efficace in base al target, età, interessi e geo localizzazione, tenendo conto che si tratta sempre di un investimento e che come tale comporta sempre dei margini di rischio. Infatti, non è detto che tutti i Lead arrivati tramite la generazione dei contatti Facebook abbiano veramente valore, in quanto solo alcuni di essi porteranno alla vendita vera e propria, considerato il processo finale di un Lead. Tutto dipende anche da come il contatto viene gestito.

 

Un esempio di LEAD MAGNET:  l’offerta di due coupon omaggio, che invitano le persone a richiederlo inserendo alcuni dati in un form progettato ad hoc.

Quando si parla di generazione di contatti, bisogna considerare che oltre alla loro ricezione e trasmissione, va operata una successiva operazione di filtro. Infatti, non basta selezionare i Lead migliori, quelli che appaiono cioè realmente interessati a ciò che proponiamo, ma tutto l’ingranaggio deve essere perfettamente funzionante ed efficace.

 

Un altro esempio di LEAD MAGNET: un modulo per acqusizione contatti che offre la possibilità di ricevere gratuitamete uno sconto interessante su un servizio. La progettazione del modulo dipende dalla creatività dell’agenzia a cui ci si affida ma anche da una proposta reale da parte del cliente, usate in termini promozionali.

Attenzione a gestire bene i propri LEAD

Un Lead raccolto e trasmesso ma poi gestito male, per spiegarci meglio, perde valore. Se abbiamo, ad esempio, un contatto interessato ad un nostro prodotto o servizio ma non gli diamo subito ciò che proponiamo e soprattutto non lo richiamiamo tempestivamente per poterlo coltivare e “nutrire”, lo perderemo e probabilmente per sempre, perché non avrà più fiducia nel nostro metodo.

Il lead magnet da solo non basta: se non sei pronto a ricevere i contatti li perderai per sempre

Anche se, quindi, abbiamo in mente un buon “Lead magnet”, ovvero una proposta accattivante per attirare i contatti (ad esempio un codice sconto, un coupon, un’offerta promozionale, un e-book in omaggio, un campione omaggio di qualche prodotto, l’erogazione gratuita di un servizio, ecc.) ma poi gestiamo male tutto il processo successivo, l’investimento fatto nella Lead Generation andrà perduto in maniera irreversibile.

In conclusione, se pensi di investire nella generazione dei contatti, e in generale nel mondo dell’Ads sui social network o sui motori di ricerca, devi essere consapevole che senza la tua attiva collaborazione ogni strategia di marketing avrà scarsa efficacia. Ci vuole sempre il controllo e la gestione del processo, dall’inizio alla fine. Prima, puoi delegare ad una buona agenzia di marketing, dopo dovrai essere tu a gestire il processo perchè vada a buon fine, portandoti qualche risulatato tangibile, ad esempio una vendita. Le “lacrime di coccodrillo”, si sa, non piacciono a nessuno e soprattutto, sono troppo “salate”.

 


Pubblicato in: Facebook, Marketing, servizi atopway, Social media il 13/10/2017