Web editor: 3 regole d’oro per scrivere i contenuti di un sito web.

Web editor: 3 regole d’oro per scrivere i contenuti di un sito web.

Il successo di un sito web dipende in massima parte dalla qualità dei suoi contenuti. Scopriamo quali sono gli aspetti fondamentali che un bravo web editor deve tenere presenti quando si creano i testi di un sito web.

Specializzazione vuol dire qualità
Innanzitutto va premesso che la realizzazione dei testi di un sito dovrebbe essere curata da uno specialista dei contenuti: il web editor, cioè una risorsa dedicata principalmente o in via esclusiva proprio alla scrittura.

Questo perché la divisione dei compiti riflette una maggiore cura in ogni diverso aspetto del lavoro finale. Se, invece, il web designer sceglie di fare anche da grafico e da web editor, il risultato complessivo non potrà essere che scadente e approssimativo.

Conoscere il cliente e i suoi obiettivi
Ciò detto, la prima regola da seguire per l’autore dei testi di un sito web è quella di avere presente il disegno globale del suo lavoro. Ad esempio, conoscere a fondo il soggetto a cui il sito si riferisce (azienda, studio professionale, ente territoriale etc.) consentirà di usare un tono e uno stile in linea con il suo “carattere” e di individuare i punti di forza su cui focalizzare l’attenzione nei propri testi.

In più, il web editor non deve mai perdere di vista lo scopo ultimo del sito. Si tratta di un portale informativo?

I contenuti saranno tesi a far conoscere, in maniera chiara e dettagliata, la storia e la vision dell’azienda, la sua attività, i servizi che offre.

Se invece si tratta di un e-commerce, occorrerà fare in modo che il lettore sia attratto dai prodotti offerti in vendita, con la creazione di schede prodotto esaustive ed accattivanti.

Come farsi trovare dai lettori
Il secondo “comandamento” per il creatore dei testi su Internet è la padronanza delle tecniche SEO e delle dinamiche che stanno alla base del funzionamento dei motori di ricerca.

È perfettamente inutile creare un sito ben fatto, con dei buoni contenuti, se questi poi non vengono letti da nessuno. Il traffico di visite verso il sito web passa proprio dalla qualità delle parole usate nei testi. E più un livello è valido in chiave SEO, maggiore va considerato il suo valore.

Keywords mirate e abilmente intercalate nel corpo del testo, titoli e meta-description efficaci, tag utilizzati con saggezza: solo così il nostro sito sarà visibile e ben posizionato sulle pagine dei motori di ricerca.

Saper ascoltare il cliente
Infine, non bisogna dimenticare che un web editor, e la sua agenzia in generale, lavora per conto terzi. Non bisogna mai innamorarsi troppo del proprio lavoro, ma tenere sempre presente il punto di vista del cliente, che sia un’azienda, un professionista o un ente di diverso tipo.

Collaborare significa anche essere pronti ad apportare delle correzioni al proprio lavoro, quando il cliente desidera dei cambiamenti nel testo, così come nella grafica o nella struttura del sito.

Seguendo queste tre semplici, ma importanti regole “d’oro”, i testi del sito saranno efficaci, piacevoli da leggere e perfettamente rispondenti alle esigenze del cliente.


Pubblicato in: Content Marketing il 06/03/2017